Il progetto Insem per i musei della Lombardia

Con i beacon Insem i musei lombardi diventeranno interattivi
23 maggio 2016
Le grandi potenzialità dei beacon per il marketing. Oltre al servizio offerto al visitatore, che può così godere di un’esperienza immersiva e responsive allo stesso tempo («un’interazione proattiva» il termine usato dal web architect di Insem), questa tecnologia racchiude enormi pregi e vantaggi anche per chi è dall’altra parte: il museo, in questo caso, ma qualunque luogo, evento o manifestazione in cui questo tipo di tecnologia sarebbe sfruttata: «Pensiamo solo alla possibilità di profilare gli utenti», osserva Fedele. Che aggiunge: «Al summit sulla data driven innovation di Roma ho parlato proprio di questo: come i beacon (letteralmente “fari”) possono essere utili al marketing commerciale». Le informazioni veicolate grazie alla tecnologia beacon all’interno di un museo possono essere le più disparate: «Dalle schede delle opere a proposte di gadget», racconta Fedele.
Il fatto che con questo sistema si possono profilare gli utenti (che naturalmente scelgono di acconsentire a questa prassi accettando un avviso preliminare, ndr) schiude infinite possibilità di interazione mirata.  
Leggi tutto l’articolo al link originale o scarica il PDF





CONTATTI